================================================================================================

PRESENTAZIONE

"Udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono. La voce che udii era come quella di suonatori di arpa che si accompagnano nel canto con le loro arpe. Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono e davanti ai quattro esseri viventi e ai vegliardi"
(Apocalisse, 14, 2)

Nell'Antico e nel Nuovo testamento sono numerose le citazioni di strumenti musicali, come quella sulle trombe di corno di ariete di Giosuè nell'abbattere le mura di Gerico o di re David che cantava accompagnandosi al suono della cetra.
Il filo rosso che unirà i tre concerti della 25esima edizione artistica de " I Concerti dell'Immacolata 2019" è il repertorio dedicato principalmente agli strumenti a corda e a fiato.

Nel primo concerto ascolteremo le corde pizzicate dell'arpa nell'esecuzione del duo di arpe Davide Burani - Josè Antonio Domenè accompagnato all'organo da Stefano Pellini.

Nel secondo appuntamento, oltre al coro e all'organo, sentiremo il suono sgargiante degli ottoni e le corde di budello degli strumenti ad arco barocchi. Protagonisti saranno, a vent'anni esatti dal loro primo concerto a Stroppari, i complessi del Conservatorio di Verona in un' alternanza di musiche del primo Barocco veneto. All'organo Formentelli siederà, dopo 18 anni, il vicentino Massimiliano Raschietti, docente proprio al Conservatorio di Verona.

Nell'ultimo concerto ascolteremo strumenti desueti come il liuto e la viola da gamba in un programma di musiche rinascimentali e barocche eseguite dal Dolce Consort Ensemble diretto dal Maestro Nicola Santochirico. L'intermezzo organistico sarà invece affidato a Manuel Canale, giovane e promettente organista vicentino.

Anche quest'anno dunque, nel segno di una scelta ormai divenuta consuetudine della rassegna concertistica, parteciperanno musicisti che si distinguono nel territorio vicentino.
Il Comitato per l'organo di Stroppari crede che la 25esima edizione artistica de "I Concerti dell'Immacolata" sia il modo migliore per festeggiare un quarto di secolo di costante e appassionata attività. E l'auspicio che essa possa continuare negli anni futuri.

Un sentito ringraziamento alla Parrocchia di Stroppari, al Comune di Tezze sul Brenta, agli enti e alle ditte che, con il loro sostegno , consentono di portare avanti la rassegna concertistica.


Il Comitato per l'Organo di Stroppari


==========================================================================================================



Sabato 30 Novembre 2019 - ore 21.00

CONCERTO PER ARPE E ORGANO

DAVIDE BURANI - JOSE' ANTONIO DOMENE' arpe

STEFANO PELLINI organo

In chordis et organo

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685-1750)
- Jesu bleibet meine Freude (Rimani Gesù mia gioia)
Corale dalla Cantata BWV 147
(per arpa e organo)

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685-1759)
-
Concerto per arpa e orchestra in si b magg.
Op 4 N 6
Andante allegro - Larghetto - Allegro
(versione per arpa e organo)

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685-1750)
- Preludio al corale "Valet will ich dir geben"(Voglio dirti addio)
BWV 736
(per organo)

LUIGI BOCCHERINI (1743-1805)
-
Fandango
(trascrizione per due arpe)

ORESTE RAVANELLO (1871-1938)
- Berceuse
(per arpa e organo)

GEORGE BIZET (1838-1875)
- Carmen Fantaisie
(per due arpe)

CLAUDE BALBASTRE (1727-1799)
-
Nöel Quand Jesus naquit à Nöel
(per organo)

MANUEL DE FALLA (1876-1946)
- La Vida Breve - Danza n. 1
(trascrizione di Masri-Fletcher)


=================================================================================================

Davide Burani, dopo gli studi di pianoforte, si è diplomato in arpa al Conservatorio di Parma con il massimo dei voti e la lode. Si esibisce in Italia e in diversi Paesi europei come solista e in svariate formazioni cameristiche. Collabora con prestigiose orchestre, italiane ed europee. Ha all'attivo numerose incisioni discografiche. Dal 2014 fa parte dell'Italian Chamber Opera Ensemble ed accompagna il celebre baritono Leo Nucci nelle sue tournée internazionali. Ha tenuto masterclass presso alcuni Conservatori italiani ed esteri. Insegna arpa presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Achille Peri" di Reggio Emilia.

José Antonio Domené, è uno degli arpisti spagnoli più rappresentativi della sua generazione. Formatosi presso il Conservatorio Reale Superiore di Madrid con María Rosa Calvo-Manzano, si è perfezionato al Royal College of Music di Londra. Ha vinto il primo premio al concorso "RCM Harp Competition" e ha ottenuto l'Artist Diploma sotto la guida di Ieuan Jones e Rachel Masters (London Philarmonic Orchestra). Collabora con numerose orchestre spagnole. In qualità di prima arpa suona con l'Orchestra Sinfonica del Gran Teatro del Liceo di Barcellona e con l'Orchestra Sinfonica delle Isole Baleari "Città di Palma". E' autore del libro "El Arpa nell'antica Grecia" ed è' membro fondatore dell'Associazione spagnola degli Arpisti.

Stefano Pellini, modenese, si è diplomato in Organo col massimo dei voti e si è laureato con lode in Discipline Musicali (Organo) e Didattica della Musica. Svolge un'intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni. Ha inciso "Riverberi,'900 e oltre" per Elegia Records (giudizio "ottimo" della rivista "Musica"), e sue registrazioni sono state trasmesse dalla Radio Vaticana. Nel 2016 è uscito un CD monografico dedicato alla musica di J. S. Bach, recensito con 5 stelle e col giudizio "eccezionale".Titolare dello storico organo cinquecentesco della Chiesa di S. Maria delle Assi in Modena - al quale ha dedicato il CD "Organ music around Via Aemilia" - ha tenuto circa settecento concerti in Italia e all'estero (Europa, USA, Giappone).


=================================================================================================
=================================================================================================

 

Sabato 7 Dicembre 2019 - ore 21.00

CONCERTO PER CORO E ORGANO

CORO E ORCHESTRA DEL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA DEL
CONSERVATORIO DI VERONA
FRANCO PAVAN
direttore VINCENZO DI DONATO maestro del coro

ENSEMBLE DI OTTONI DEL CONSERVATORIO DI VERONA
ALBERTO FRUGONI
direttore

MASSIMILIANO RASCHIETTI
organo

Echi del primo barocco veneto


GIOVANNI BATTISTA GRILLO ( ? -1622)
- Canzon in eco a otto, da Sacri concentus ac symphoniae

(ottoni e organo)

GIOVANNI GABRIELLI (1557-1612)
- Canzon XIII a otto in doppio coro
(solo ottoni)

CLAUDIO MONTEVERDI (1567-1643)
- Cantate Domino
(coro e orchestra)

JEAN-FRANÇOIS DANDRIEU (1682-1738)
- Fugue sur l'Hymne de la Vierge Ave maris stella

Duo, Trio avec la Pédale, Dialogue
(solo organo)

BENTIVOGLIO LEVA' (1587- ? )
- Kyrie, Sanctus, da Missa Ariosa
(coro e orchestra)

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685-1750)
- Meine Seele erhebt den Herren
(L'anima mia magnifica il Signore),BWV 648
-Fuga sopra il Magnificat, BWV 733
(solo organo)

CARLO MILANUZZI (1594 ca.-1647)
- Gaude Virgo gloriosa
(coro e orchestra)

BENTIVOGLIO LEVA' (1587- ? )
- Quem vidistis pastores
(coro e orchestra)

LUDOVICO GROSSI DA VIADANA (1564-1627)
- Sinfonia "La Bergamasca"
a otto voci in doppio coro
(solo ottoni)

BENTIVOGLIO LEVA' (1587- ? )
- Stetit Angelus
(coro e orchestra)

GIOVANNI GABRIELI (1557-1612)
- Canzon Primi Toni a otto voci
(solo ottoni)

CLAUDE-BENIGNE BALBASTRE (1727-1799)
-Noël Il est un petit l'ange (Egli è un angioletto)
(solo organo)

CLAUDIO MONTEVERDI (1567-1643)
- Exultent coeli
(coro e orchestra)

GIOVANNI GABRIELI (1557-1612)
- Canzon Duodecimi Toni
(ottoni e organo)

=================================================================================================

L'Ensemble di Ottoni del Conservatorio "E.F. Dall'Abaco" di Verona è formato da studenti delle classi di labiofoni dell'Istituto ed è diretto dal docente di tromba Alberto Frugoni. L'Ensemble vede l'alternarsi, negli anni, degli studenti che frequentano i corsi accademici. L'organico spazia dal quartetto al grande coro di ottoni che prevede circa 15/18 elementi, arricchito dalle percussioni. Il gruppo partecipa ai diversi progetti promossi dal Conservatorio e a quelli proposti dalle realtà esterne rappresentando la scuola come realtà musicale di eccellenza del territorio.

Alberto Frugoni, già prima tromba dell'Orchestra dell'Arena di Verona, collabora come solista in piccole formazioni cameristiche, di ottoni e Orchestre sinfoniche. Laureato a pieni voti nel triennio di Musica Antica/Tromba naturale presso il Conservatorio di Vicenza, ha inoltre ottenuto, con la lode, la Laurea in Beni Culturali presso l'Università di Verona e il Primo premio al Concorso per direttori di Orchestre di Fiati indetto dall'AMBAC regionale nel 2015. Ha inciso, come solista, per varie case discografiche. E' docente di tromba presso il Conservatorio di Musica di Verona.

L'Orchestra e Coro del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio "E.F. Dall'Abaco" di Verona, formati dagli studenti del Conservatorio di Verona, sono una delle espressioni più vive dell'appassionato lavoro di ricerca e docenza attivo fra le mura della dimora storica di Casa Boggian. La dimensione internazionale del Dipartimento richiama ogni anno a Verona studenti di Musica Antica da tutto il mondo, desiderosi di perfezionarsi o anche semplicemente di iniziare gli studi con alcuni dei più rinomati specialisti nel settore.

Massimiliano Raschietti, vicentino, dopo aver concluso gli studi musicali presso il Conservatorio della propria città, ha studiato Organo, Clavicembalo e Basso Continuo con Jean-Claude Zehnder e Jesper Christensen alla Schola Cantorum Basiliensis di Basilea. Finalista e vincitore di concorsi organistici internazionali, ha suonato in quasi tutta Europa, Sud America e Giappone. Ha collaborato al cembalo e all'organo in diverse produzioni di opere e oratori del periodo barocco, registrazioni discografiche e numerosi concerti di musica da camera. Docente dal 1998 al 2009 di Clavicembalo e Basso Continuo presso la Hochschule di Lucerna (CH), attualmente è professore di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio di Verona e direttore artistico della rassegna internazionale "Pagine d'Organo" di Treviso.

 

=================================================================================================
================================================================================================
=

 

Sabato 14 Dicembre 2019 - ore 21.00

CONCERTO PER ORCHESTRA E ORGANO

DOLCE CONSORT ENSEMBLE
NICOLA SANTOCHIRICO
direttore

MANUEL CANALE
organo


Parte prima

JEAN-BAPTISTE LULLY (1632-1687)
- Marcia dei Turchi, Mateo Flecha el Viejo, El Dindirindin

PIERRE PHALÈSE (ca. 1510-ca. 1575)
- Pavane Lesquercarde e Gaillarde la roque

JEAN-BAPTISTE LULLY (1632-1687)
- Ciaccona

PIERRE ATTAIGNANT (1494-ca. 1551)
- La Magdalena

ANONIMO SEC. XVI
- Balletto de Florentia
(Solista Giulio Lago)

PIERRE PHALÈSE (ca. 1510-ca. 1575)
- Passamezzo d'Italye

JEAN-BAPTISTE LULLY (1632-1687)
- Passacaglia

Intermezzo organistico

LOUIS-CLAUDE DAQUIN (1694-1772)
- Noël XII "Suisse"

FRANÇOIS COUPERIN (1668-1733)
- Fugue sur les jeux d'anches, Dialogue sur la Voix Humaine

PADRE DAVIDE DA BERGAMO (1791-1863)
- Concertino per organo con l'obbligazione della fluta

CLAUDE-BÉNIGNE BALBASTRE (1724-1799)
- Marche des Marseillais et l'air Ça - ira

Parte seconda

JEAN-BAPTISTE LULLY (1632-1687)
- Prologo, dall'opera "Armida"

ANDREA FALCONIERI (ca. 1585-1656)
- Folias Echa Para mi Señora

GIOVANNI KAPSBERGER (ca. 1580-1651)
- Capona, Kapsberger
(Solisti Paola Ventrella-Emanuela Guarise)

ALESSANDRO PICCINNI (1566-1638)
- Ciaccona in Parti variate
(Solista Paola Ventrella)

JEAN-PHILIPPE RAMEAU (1683-1764)
- Dance des Sauvages, da "Les Indes Galantes"

GIOVANNI GIACOMO GASTOLDI (ca.1555-1609)
- Amor Vittorioso, balletto a 5 voci

ANONIMO SEC. XVII
- Canario


=================================================================================================

Dolce Consort Ensemble nasce quasi trent'anni fa, quale esperimento musicale mirante per il recupero del repertorio medioevale, rinascimentale e barocco. L'ensemble è un vero e proprio laboratorio di musica, che si è preso il gravoso compito di ricercare, studiare, riscrivere ed adattare antiche partiture con lo scopo di ridare giusta luce ai componimenti musicali ingiustamente sepolti dal tempo. Il gruppo musicale, composto da circa 45 ragazzi dai 7 ai 19 anni, suona su copie originali di strumenti antichi: viole da gamba, violoni, liuti, tiorbe, chitarre medioevali e barocche, flauti dolci, bombarde, tamburi e tamburelli, cornetti ed arpe. La straordinarietà del metodo educativo, in concorso con l'originalità del repertorio musicale e dell'uso di strumenti poco conosciuti hanno dato modo al Dolce Consort Ensemble di distinguersi e di affermarsi in 53 Concorsi Nazionali ed Internazionali. Recentemente ha suonato a Matera al Concorso di esecuzione musicale "Rosa Ponselle", nella sede della Fondazione Benetton di Treviso, alla Città della Speranza di Padova, all'Abbazia di Praglia, all'inaugurazione dei giardini restaurati di Villa Caldogno a Caldogno VI. Dolce Consort è da poco convogliato in un'Associazione No Profit, con lo scopo di favorire la promozione sociale dell'infanzia e della gioventù attraverso un percorso innovativo di didattica musicale, metodo già usato dal Maestro Josè Antonio Abreu in Sudamerica ed introdotto successivamente in Italia dal Maestro Claudio Abbado. Numerosi sono gli appuntamenti in cui i nostri ragazzi sono chiamati ad esibirsi manifestazioni e degna di nota è la partecipazione ad alcuni eventi di "Matera 2019 città Europea della Cultura".

Manuel Canale, nato nel 1982, si è diplomato brillantemente in Organo al Conservatorio di Vicenza con Lorenzo Signorini. Svolge attività di concertista in qualità di continuista e di organista. Il suo interesse per la musica sacra dell'Ottocento italiano lo spinge alla ricerca filologica di questo vasto repertorio ed è ideatore e curatore della collana "Documenti ottocenteschi sull'organo italiano". Ha curato inoltre l'edizione moderna del "Metodo per pedale" di Giovanni Simone Mayr per l'editore Serassi. Come compositore ha pubblicato la "Missa Theatrales" per coro a 4 voci dispari ed organo e la "Messa di S. Andrea" per coro a 3 voci dispari ed organo.

 

================================================================================================= =================================================================================================